laboratorio farmaceutico Schmidt-Nagel

La storia del dottor Pierre Schmidt

Dr. Pierre Schmidt, uno dei più autorevoli medici omeopatici

Pierre Schmidt nacque il 22 luglio 1894 a Neuchâtel, primogenito di una famiglia di 6 figli. Già all’età di 10 anni decise che sarebbe diventato dottore.

Quando compì 17 anni, la sua famiglia si trasferì a Ginevra, dove iniziò i suoi studi. Era uno studente brillante ed a 26 anni si laureò come migliore studente.

Suo padre venne curato con successo da un omeopata, il Dr. Ubert di Neuchâtel, quindi insistette affinché i due figli maggiori, Pierre e Roger, apprendessero l’omeopatia e gli regalò l’opera di Hahnemann, “L’Organon”. Questo libro entusiasmò il giovane Pierre che, inoltre, studiò latino, tedesco, inglese e sanscrito.

Durante i suoi studi di medicina, Pierre Schmidt dovette curare un bambino di 10 anni affetto da faringite acuta che poteva essere anche difterite. Lo curò con cianuro di mercurio e ogni 2 ore somministrò al bambino 6 gocce in diluzione 9CH, il cui potere terapeutico si rivelò straordinario e portò alla guarigione del bambino.

Questa circostanza lo mise davanti ad un dilemma. Durante la sua pratica di medico non aveva mai visto un caso di difterite e notò che con la medicina omeopatica aveva ottenuto risultati altrimenti impossibili con la medicina classica. Decise quindi di approfondire i suoi studi in omeopatia abbandonando l’allopatia.

Studiò a fondo “L’Organon” e “Malattie croniche” e si recò a visitare circa venti omeopati in Svizzera. Il Dr. Mende, di Zurigo, gli consigliò di studiare l’omeopatia negli Stati Uniti e recarsi a Londra per conoscere il Dr. John Clarke, Margreth Tyler e Sir John Weis, medico dei reali d’Inghilterra. Anche a Parigi venne a contatto con omeopati da cui però non ricevette particolare attenzione.

Dr. Schmidt parte per studiare omeopatia negli Stati Uniti

Nel 1921 il viaggio proseguì per gli Stati Uniti. Il suo obiettivo era di terminare la sua tesi di dottorato dal titolo “les lois et principes apportés par l’Homéopathie à la thérapie actuelle”. Seguì alcuni corsi di omeopatia presso il Flower Hospital. Ebbe la grande fortuna di essere accettato come studente dal Dr. Austin, medico privato di John Rockfeller Senior.

Il Dr. Austin gli insegnò durante un periodo di alcuni mesi la filosofia, il repertorio e la farmacologia di Kent. Gli insegnò a lavorare con le alte potenze (XM) e lo inviò poi dalla Dott.ssa Gladwin a Filadelfia, che poté assistere per tre mesi durante le sue consultazioni mediche. La Dott.ssa gli lasciò l’unica copia in suo possesso di un Piccolo libro. Il Dr. Austin gli donò la sua copia personale del Repertorio di Kent, oltre ad un anello con brillante appartenuto a Kent. Grazie alla generosità dei due medici americani, Schmidt tornò in Svizzera con più di 1000 lavori diversi, 4000 alte potenze ed un importante bagaglio di conoscenza.

Dr. Pierre Schimdt diffonde l’omeopatia in Europa

Al suo ritorno, Pierre Schmidt diffuse attivamente l’omeopatia in Europa. A 28 anni sposò la farmacista Dora Nagel. Dalla coppia nacquero due figlie: Gilberte e Yollande, le quali morirono entrambe a 2 anni di encefalite nonostante le eccezionali cure ricevute. La coppia fu duramente messa alla prova da questo dramma, che segnò la loro vita in eterno. Anche Dora Nagel decise di occuparsi di omeopatia, fondando un laboratorio farmaceutico nel 1927.

Dal 1921, Pierre Schmidt praticò l’omeopatia a Ginevra. Nel 1931 diresse un congresso internazionale di omeopatia a Ginevra. Si interessò inoltre di iridologia ed agopuntura. Il Dott. Schmidt tenne una vasta serie di corsi. Nel 1946 fondò a Lione una scuola di omeopatia. I suoi corsi di formazione furono seguiti da 40 medici. Partecipò a numerose conferenze a Londra, Barcellona e Bruxelles. Tra i suoi studenti in Svizzera ci fu il Dott. Künzli, che insegnò poi omeopatia nella Svizzera tedesca. Nel 1953, Pierre Schmidt fu nominato membro onorario dell’Accademia di omeopatia di Barcellona.

“Fare come diceva Hahnemann”

Nel 1955, in occasione del 200° anniversario dalla nascita di Hahnemann, Pierre Schmidt fu invitato a Washington insieme al medico della Regina d’Inghilterra e al medico del Papa, per tenere una conferenza sul fondatore dell’omeopatia. Diffuse gli insegnamenti preziosi di Hahnemann. Il suo scopo era, come già espresso da Hahnemann, “tendere un braccio in avanti per procedere in direzione dei miei ideali, tenendo l’altro braccio indietro per aiutare le generazioni future a perfezionare sempre più questo metodo unico, il solo che tiene conto di leggi e principi per prescrivere i medicinali ai pazienti”.
Pierre Schmidt est décédé en 1987. Il nous a légué des travaux importants : la traduction française de la 6ème édition de « L’Organon » de Hahnemann et la traduction française de «La science et l’art de l’homéopathie » de Kent.

Pierre Schmidt è morto nel 1987 e ci ha tramandato lavori importanti, come la traduzione francese della sesta edizione dell’”Organon” di Hahnemann e la traduzione francese dell’opera di Kent dal titolo “La science et l’art de l’homéopathie”.

Sua moglie, Dora Schmidt-Nagel, morì qualche anno dopo. Il laboratorio invece esiste ancora, con il nome di Laboratorio omeopatico D. Schmidt-Nagel SA.