curarsi con l’omeopatia per essere in buona salute

L’omeopatia permette di curare molte malattie

bronchioliti dei neonati, insonnia, stress, allergie…

L’omeopatia, in quanto medicina olistica, diventa molto efficace, soprattutto se ci si vuole dedicare alla cura delle cause piuttosto che le loro conseguenze. Essa permette di curare molte patologie.

L’omeopatia può anche agire da complemento nel corso di trattamenti allopatici forti, per esempio per attenuarne gli effetti collaterali.

In caso di disturbi intensi (che si manifestano rapidamente) può essere utile cominciare con l’omeopatia fin dalla comparsa dei primi sintomi.
Una delle regole fondamentali dell’omeopatia, chiamata eziologia, consiste nel determinare e valutare le circostanze di comparsa dei sintomi.
Per esempio, nel caso dei raffreddori, il rimedio deve essere diversificato in base all’origine del disturbo:

  • Colpo di freddo secco
  • Colpo di freddo umido (bagno, pioggia,…)
  • Stress
  • Tristezza, delusione, rabbia.

Grazie all’omeopatia possiamo affrontare diverse patologie, talvolta in modo semplice. Per fare ciò, vi consigliamo di procurarvi una guida, un vademecum o un dizionario sull’omeopatia, che vi spiegheranno i principi di questa disciplina e potranno aiutarvi in un primo momento.

La nostra azienda, a seguito del suo statuto di laboratorio farmaceutico, è tenuta a rispettare la legislazione in vigore sui rimedi quali gli unitari e, pertanto, non può fornire indicazioni terapeutiche, in quanto ciò sarebbe assimilato a pubblicità.

Potete rivolgervi al vostro farmacista, consultare un omeopata, informarvi attraverso le numerose opere a disposizione o, ancora, tramite siti internet seri, affidabili e dal facile accesso che affrontano l’omeopatia.

Noi possiamo soltanto indicarvi dei comportamenti cui attenersi per conseguire il successo più elevato con questa medicina del futuro, che sarà in grado di sorprendervi con il suo modo di agire e i risultati ottenuti.

In questa sezione riportiamo alcune patologie ricorrenti che possono essere curate in modo efficace con un medicamento omeopatico.

Curare bronchiolite e reflusso gastroesofageo nei neonati grazie all’omeopatia

L’omeopatia presenta il vantaggio di non causare effetti collaterali e di agire immediatamente.Inoltre, per la cura dei bebè, è molto facile sciogliere qualche granulo in un biberon d’acqua.
La reazione rapida è resa possibile dal contatto dei granuli con la mucosa boccale, molto vascolarizzata. Sarà necessario ripetere diverse volte l’assunzione, riducendone la frequenza appena si nota un miglioramento.

Patologia orl (angina, otite, sinusite) e l’omeopatia

La sfera ORL (tonsillite, otite, laringite, sinusite, ecc…) rappresenta un chiaro campo di applicazione per l’omeopatia. Tuttavia è fondamentale stabilire una distinzione tra la fase acuta e la malattia cronica. Ciò è di competenza dell’omeopata.

Curare la febbre con l’omeopatia

La febbre è la manifestazione di un’infezione, che può essere di origine virale o batterica. Si tratta di un sistema di difesa naturale per combattere un’aggressione e, in caso di un disturbo di lieve entità, può essere eliminata in modo efficace con il rimedio omeopatico appropriato. Nel caso di febbri che raggiungono o superano i 39 gradi, occorre prestare attenzione e consultare rapidamente il medico qualora compaiano altri sintomi, quali diarrea, vomito, rigidità nucale. Nelle opere omeopatiche le tabelle di sintesi riportano i diversi sintomi che si presentano insieme alla febbre, quali agitazione, sete, sudorazione (…), e ci permettono di individuare il rimedio da utilizzare.

Stress, angoscia, stati d’ansia: pensate all’omeopatia

Lo stress che causiamo al nostro corpo può avere diverse origini quali lutto, separazione, paure, angoscia, traumi, inibizioni, rabbia interna e molte altre ancora. Tutte queste reazioni sono una porta aperta per diverse patologie. Non sempre è possibile modificare la causalità, ma grazie all’omeopatia possiamo contribuire a modificare le reazioni del nostro corpo e ritrovare l’equilibrio, curando i sintomi comparsi a seguito di questi eventi.

Curare l’herpes con l’omeopatia

Se sappiamo studiare e capire bene in quale occasione si verificano le eruzioni, l’herpes risponde molto bene a un trattamento omeopatico. Alcuni ceppi sono molto efficaci.

Combattere l’insonnia con l’omeopatia

Grazie all’omeopatia, è anche possibile alleviare i disturbi del sonno.

Possiamo distinguere tra diversi tipi di insonnia: difficoltà a prendere sonno; stati di veglia durante la notte; impossibilità di dormire a partire da una certa ora… Occorre tenere conto di tutti questi elementi quando si cerca il rimedio appropriato, che sarà diverso in base a queste modalità.

L’omeopatia cura efficacemente alcune allergie

Le allergie colpiscono il 30% della popolazione europea. Oltre alle pollinosi primaverili che tutti noi conosciamo, non bisogna sottovalutare le reazioni allergiche dovute agli acari e alle muffe. L’omeopatia permette di conseguire buoni risultati con disturbi quali le riniti allergiche e l’asma.
È inoltre necessario evitare di riscaldare eccessivamente le abitazioni e areare regolarmente.

L’efficacia dell’uovo di quaglia nelle manifestazioni allergiche è stata dimostrata su ampia scala ed è stata oggetto di diversi brevetti.

Colpi e contusioni: pensate all’omeopatia

I traumi dovrebbero essere sempre trattati con un rimedio omeopatico, che, contrariamente ad alcune idee comuni, ha un’azione rapida.

Chiunque conosce il rimedio universale per i colpi… che dovrà essere utilizzato anche in caso di traumi fisici ed emozionali (incidenti, chirurgia, parto,…)

I traumi come le storte, i crampi o le contusioni necessitano rimedi più specifici.

È molto utile creare una valigetta omeopatica dei 5 rimedi fondamentali per lo sport e le uscite (per esempio per le camminate in montagna), che possono fornire un grande aiuto…e non occupano posto!