farmaco omeopatico

La produzione di farmaci omeopatici Schmidt-Nagel

Scelta dei ceppi, diluizioni omeopatiche e principi attivi

Il laboratorio ha sviluppato processi che garantiscono un’eccellente impregnazione.

La fabbricazione dei nostri medicinali omeopatici rispetta la legislazione prevista dalle direttive di buona pratica di fabbricazione. Il nostro laboratorio è oggetto di controlli regolari da parte delle autorità competenti.

Attribuiamo grande importanza al fatto di trovarci nell’ambito dell’infinitesimamente piccolo e ci impegniamo a garantire un elevato valore energetico e informativo dei nostri farmaci.

Fase 1: selezione dei ceppi omeopatici

La materia prima di partenza è chiamata ceppo e può essere di origine vegetale, animale o minerale.

Questa materia prima viene controllata al momento dell’arrivo, per verificarne la qualità.

Fase 2: Diluizioni omeopatiche

A partire da questo ceppo, provvediamo a “montare” le diluizioni omeopatiche, chiamate diluiteca.

Ad ogni diluizione fa seguito una dinamizzazione, o succussione.

  • Possiamo distinguere diversi tipi di diluizione:
    • Le diluizioni hahnemanniane sono diluizioni effettuate tramite flaconi distinti; queste diluizioni vengono definite in “CH” quando si diluisce al centesimale e in “DH” quando si diluisce al decimale.
    • Le diluizioni korsakoviane sono diluizioni effettuate nello stesso flacone. Le diluizioni più comuni sono: 30K, 200K, MK, XMK, LMK, CMK, DMK, MMK

Fase 3: Incorporazione del principio attivo

Per quanto riguarda la formulazione granulare, il processo prevede l’impregnazione di questi granuli neutri di saccarosio nel liquido di impregnazione, per ricavare il rimedio finale.

Principi generali nella produzione di farmaci omeopatici:

  • L’omeopatia può presentarsi in diverse forme galeniche, ovvero:
    • Granuli: diametro di 3mm, 20 granuli per grammo.
    • Globuli: diametro di 1mm, 300 globuli per grammo.
    • Gocce bevibili: alcol a 25°.
    • Supposte: eccipiente witepsol
    • Fiale bevibili: eccipiente NACL
    • Triturazione: eccipiente lattosio
  • Ogni preparazione può essere sia un farmaco omeopatico unitario, ovvero che comprende un solo prodotto di base, o complesso, quindi una miscela di diversi farmaci omeopatici di base.